(H 47) Ansel Adams

 Welcome
  • Benvenuto in giuseppepalumbo.org, il sito web dedicato interamente al profilo personale di Giuseppe Palumbo. All'interno del sito web potrai visionare una sezione dedicata al mio portfolio oltre ad una sezione di lavori realizzati nel tempo libero. Inoltre all'interno della piattaforma è presente una sezione blog dedicata ad argomenti legati al mondo della grafica, della fotografia e della tipografia.
author image by Giuseppe | 0 Comments | 8 April 2018

Ansel Adams (San Francisco, 20 febbraio 1902 – Carmel by the Sea o semplicemente Carmel, 22 aprile 1984, fig. 394) è stato per molto tempo un fotografo ed ecologista, infatti grazie alle battaglie del Sierra Club, documentate anche dalle sue fotografie, riuscì a preservare gran parte dei parchi nazionali del sud-ovest americano.
Lui riceverà in regalo la sua prima macchina fotografica nel 1916 durante la sua vacanza nello Yosemite, con cui documenterà le immagini della valle (fig. 395).
Darà vita anche ad immagini del Nord America ricercando il sublime in posti impensabili, poi negli anni venti approfondirà la conoscenza sull’estetica, per esempio lo stesso John Carpenter (fig. 396) gli farà capire come la fotografia non è una derivante della pittura ma un mezzo per immortalare la realtà in modo immediato.
Tutti gli insegnamenti che lui ha ricevuto, saranno raccolti nel Parmelian Prints of the High Sierras, dove sono visibili le immagini della montagna Half Dome (fig. 397) realizzate mediante la tecnica della visualizzazione.
Nel 1932 insieme ad altri, Cunningham (fig. 398), Swift, Noskowiak (fig. 399), Weston (fig. 400) e Van Dyke (fig. 401) daranno vita al gruppo F64 per lanciare la fotografia diretta, legata alla forma pura, senza artefatti e qualità tecniche.

394 Ansel Adams

395 Valle dello Yosemite

396 John Carpenter

397 Half Dome

398 Imogen Cunningham

399 Sonya Noskowiak

400 Edward Weston

401 Willard Van Dyke

Nel ’33 si sposterà a New York dove incontrerà Alfred Stieglitz (fig. 402) che lo inviterà a partecipare ad una mostra dal titolo An American Place.
In questi anni lui intensificherà i rapporti e le denuncie tramite il Sierra Club per via del disinteresse da parte della nazione sull’ambiente naturale.
Durante gli anni quaranta il suo stile ha raggiunto ormai una totale consapevolezza a tal punto che aprirà delle accademie per l’insegnamento, pubblicando anche la tecnica del Zone System (fig. 403), praticamente divide la scala tonale in undici zone dal bianco verso il nero.
Lui rispetto ad altri grandi artisti è stato quello più vicino al mondo della natura (fig. 404 e 405) e non ha mai avuto bisogno di soggetti diversi, inoltre insieme alla moglie si è sempre impegnato nel trasmettere la conoscenza in ambito fotografico attraverso istituzioni e scritti relativi al suo lavoro e alla sua tecnica.

402 Alfred Stieglitz

403 Zone System

404 Paesaggio, senza titolo

405 Paesaggio, senza titolo

0

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

Captcha code *Captcha loading...

Who is online

There are no users currently online

Calendar

November 2018
M T W T F S S
« Oct    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
error: Content is protected !!