(H 27) August Sander

 Welcome
  • Benvenuto in giuseppepalumbo.org, il sito web dedicato interamente al profilo personale di Giuseppe Palumbo. All'interno del sito web potrai visionare una sezione dedicata al mio portfolio oltre ad una sezione di lavori realizzati nel tempo libero. Inoltre all'interno della piattaforma è presente una sezione blog dedicata ad argomenti legati al mondo della grafica, della fotografia e della tipografia.
author image by Giuseppe | 0 Comments | 7 April 2018

Il fotografo tedesco August Sander (Herdorf, 17 novembre 1876 – Colonia, 20 aprile 1964, fig. 249) inzia ad affacciarsi al mondo della fotografia già in età adolescenziale, ed il suo modo di lavorare risulta essere soprattutto di matrice artigianale.
A partire dal 1901 entrerà all’interno dell’Atelier austriaco Grief di Linz, finendo con il diventarne anche il futuro proprietario.
Nel 1909 farà ritorno a Colonia, scontrandosi con un pubblico diverso da quello a cui fu abituato sotto Linz, un pubblico molto modesto che gli permise di trovare nuovi stimoli e modificare il suo stile.
Infatti in questo periodo le rappresentazioni risulteranno essere molto più forti e limpide abbandonando completamente il pittorialismo, inoltre in questo periodo lavorerà molto sui ritratti (fig. 250 e 251) realizzando una delle raccolte più grandi della storia tedesca, che poi sarà raccolto nell’archivio del 1929, Uomini del XX secolo.
I suoi volti, come descriverà lo stesso scrittore tedesco Alfred Doblin, sembrano essere reali e pieni di vita, un fotografo molto dotato e legato profondamente al realismo, soprattutto nei dettagli con cui riproduce gli elementi che scaturiscono nel riconoscimento dell’individuo.
Comunque più tardi i nazisti gli ordineranno di terminare questo suo lavoro di documentazione o archiviazione, perchè vedevano in questo lavoro, un mezzo che avrebbe favorito l’informazione pittosto che l’esaltazione della razza tedesca o ariana.
Più tardi, data la situazione nazionale, si trasferirà in campagna dove si dedicherà al paesaggio tedesco, da qui nasceranno i suoi lavori su Eifel, Reno, Mosella, etc (fig. 252 e 253), doev il suo stile sembra subire ulteriori modifiche diventando più romantico, cioé sentimentale.
Dal 1939 fino al 1946 si dedicherà alla realizzazione di ritratti di soldati morti in battaglia (fig. 254 e 255), anche se nel 1946 un incendio distruggerà i negativi presenti nel suo studio, inoltre molte delle sue immagini presero parte alla mostra di Steichen, The Family of Man.

249 August Sander

250 L'architetto Hans Heinz e sua moglie, 1926

251 L'umanità di Sander, 1928

252 Anton Strassenbild, 1927

253 Edificio dell'Universita di Koln, 1934

254 Stadtwald parco di Colonia, 1938

255 Soldato, 1940

256 Capitano SS, 1937

0

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

Captcha code *Captcha loading...

Who is online

There are no users currently online

Calendar

November 2018
M T W T F S S
« Oct    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
error: Content is protected !!