Charles Ricketts

Nel periodo in cui si affermò l’opera di Morris, molti giovani artisti vennero a galla, tra cui Charles Ricketts (Ginevra, 2 ottobre 1866 – 7 ottobre 1931, fig. 01) e Aubrey Beardsley (fig. 02) che furono anche collaboratori con lo scrittore Oscar Wilde (fig. 03).

01

02

04

Ricketts, pittore e scrittore e tipografo, incisore e designer svizzero, fu tra i fondatori della rivista The Dial pubblicando al suo interno saggi, disegni e racconti.
Nel 1891 realizzerà le illsutrazioni e le rilegature di A House of Pomegranates (fig. 04) per Wilde e realizzerà anche illustrazioni per il Ritratto di Dorian Gray (fig. 05).
Circa due anni dopo realizzerà Daphnis and Chloe (fig. 06) e nel 1984 realizzerà anche illustrazioni di The Sphinx (fig. 07) di Wilde.

04

05

06

07

Lui realizzerà anche opere dal tema classico come Nimphidia and the Muse’s Elizium (fig. 08) che raffigura un mondo governato dalla serenità, inoltre i suoi modelli figurativi di riferimento furono Burne-Jones (fig. 09) e Gabriel Rossetti (fig. 10), inoltre non mancava l’influenza dei disegni del Botticelli (fig. 11) della Divina Commedia, che entrano a far parte del pacchetto preraffaellita.

08

09

10

11

Lo stile di Ricketts è caratterizzato da forme ripetitive e molto allungate, inoltre le sue linee diventano continue e sono molto forti, soprattutto nei contorni e i soggetti che rappresenta sono spesso boschetti abitati da ninfe, fanciulle, giovinetti, un regno ornamentato da elementi particolari e fantastici, anche se poi dopo il processo a Wilde, si vedrà costretto a porre un freno sul genere, visto che ci sarà un ritorno verso la realtà tra gli inglesi.

image_pdfimage_print
Seguimi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit exceeded. Please complete the captcha once again.

Rating*