(I 22) FOTOGRAFARE LA VIA LATTEA

 Welcome
  • Benvenuto in giuseppepalumbo.org, il sito web dedicato interamente al profilo personale di Giuseppe Palumbo. Il sito oltre a fornire informazioni personali sul mio profilo, mette in mostra anche il mio portfolio personale, strutturato in diverse sezioni, dalla grafica al web, la grafica 3D e arte, etc, inoltre è disponibile anche una sezione blog dedicata alle diverse sezioni di interesse personale, come la grafica, l'editoria e la fotografia.
author image by Giuseppe | 0 Comments | 5 October 2018

Fotografare la via lattea non è impossibile, ma allo stesso tempo non è soggetto semplice da fotografare, infatti bisogna considerare alcuni fattori, come, catturare più luce possibile, visto che è di notte, evitare il movimento generato dalla terra all’interno della scena, inoltre essendo un soggetto molto fotografato nell’arco dell’anno, risulterà veramente difficile estraniarsi o evidenziarsi rispetto alla massa, senza contare altri problemi come, inquinamento luminoso, le nuvole, etc.
Eliminati i possibili problemi elencati in precedenza, è possibile fotografare la via lattea ovunque tranne che nei periodi invernali, comunque il periodo migliore per catturare tale soggetto è durante l’estate è in luoghi più vicini all’equatore.
Le migliori composizioni sono quelle dove la via lattea è raffigurata da sola, ma possiamo renderla ancora più interessante se facciamo rientrare nella scena alcuni elementi in terra (fig. 108 e fig. 109), e per fare ciò dobbiamo eseguire un sopralluogo, in modo da poter individuare lo scenario perfetto, poi al resto si unisce la nostra creatività.

108 La via lattea

109 Via lattea con elementi terreni

Ora bisogna considerare l’attrezzatura, quindi una fullframe o un formato APS-C, considerando il fattore di calcolo per 1,6 relativo alla lunghezza focale, un obiettivo grandangolare, se luminoso meglio ancora e lavoriamo con tempi lunghi ma non troppo così da evitare effetti indesiderati come il trascinamento.
Poi un bel treppiedi robusto, un telecomando wireless o controllo remoto per evitare l’effetto mosso nella scena ed eventualmente una bussola che potrà essere di aiuto nell’individuare qualche stella in particolare.
Per le composizioni, come già accennato, possiamo operare in due modi, il primo è una scena che inquadra solo ed esclusivamente la via lattea, un metodo anche più semplice visto che dobbiamo regolare la fotocamera in base ad un unico soggetto, nel secondo caso possiamo inserire alcuni elementi in terra che potranno arricchire la nostra scena, solo che in questo caso dobbiamo operare con due scatti differenti, perchè i valori di esposizione sulla via lattea non saranno ottimali per quelli in terra, quindi è meglio operare con due scatti differenti realizzati con le giuste esposizioni, poi potremo unificare tutto in Photoshop.
A questo punto dobbiamo settare il tutto nel seguente modo, aprire tutto il diaframma e scattare in formato raw, lavoriamo con ISO alti, oltre i 1600, se vogliamo evitare il trascinamento allora operiamo con la regola dei 500, cioè 500 diviso la lunghezza focale, per esempio un 28mm, quindi 18 secondi per arrotondamento, facciamo attenzione alla luna piena perchè potrebbe bruciare una buona parte dell’immagine e infine operiamo con la regola dei terzi o della sezione aurea.
Un altro consiglio utile può essere quello di adoperare una fonte luminosa per irradiare o illuminare una parte degli elementi a terra, questo potrebbe rendere la composizione più interessante (fig. 110 e 111).

110 Soluzioni più intressanti

111 Soluzioni più intressanti

0

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

Captcha code *Captcha loading...

Who is online

There are no users currently online

Calendar

November 2018
M T W T F S S
« Oct    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
error: Content is protected !!