(A 73) Giovanni Pintori e la Olivetti

 Welcome
  • Benvenuto in giuseppepalumbo.org, il sito web dedicato interamente al profilo personale di Giuseppe Palumbo. All'interno del sito web potrai visionare una sezione dedicata al mio portfolio oltre ad una sezione di lavori realizzati nel tempo libero. Inoltre all'interno della piattaforma è presente una sezione blog dedicata ad argomenti legati al mondo della grafica, della fotografia e della tipografia.
author image by Giuseppe | 0 Comments | 27 May 2018

L’azienda venne fondata dall’imprenditore e ingengnere italiano Camillo Olivetti (fig. 973) che poi l’affido al figlio imprenditore, politico e ingegnere italiano Adriano Olivetti (fig. 974) che organizzerà l’impresa secondo una visione molto ampia.
Nel 1931 sarà avviato l’ufficio per lo sviluppo pubblicitario che vanterà un’ottima squadra di collaboratori, come il designer, pittore, architetto e pubblicitario italiano Marcello Nizzoli (fig. 975), che opererà nell’ambito dello Studio Boggeri, e con l’interpretazione del fotografo, pittore e designer svizzero Xanti Schawinsky (fig. 976) riuscriranno ad imporre una prima impronta all’immagine della Olivetti.
Poi nel 1936 si uniranno alla causa anche lo scultore e artista italiano Costantino Nivola (fig. 977) e il pittore e designer italiano Giovanni Pintori (Tresnuraghes, 1912 – Milano, 15 novembre 1999, fig. 978 pag. 273), che poi collaboreranno insieme a Nizzoli per la realizzazione del libro Olivetti (fig. 979).

973 Camillo Olivetti

974 Adriano Olivetti

975 Marcello Nizzoli

976 Xanti Schawinsky

977 Costantino Nivola

978 Giovanni Pintori

979 Libro Olivetti

Poi la direzione di questo ufficio sarà affidata completamente a Pintori che vi rimarrà fino al 1968, e si avvalerà di progettisti come il grafico Walter Ballmer (fig. 980), il designer italiano Franco Bassi (fig. 981) e l’artista italiano Egidio Bonfante (fig. 982), che lo aiuteranno nella realizazione di una delle corporate identity più importanti del XX secolo.
Pintori fu ingrado di affrontare e interpretare liberamente il linguaggio grafico del tempo, mediante un segno calligrafico leggero ed elegante, unico nel suo genere e inimitabile.
Dopo aver lasciato Olivetti, all’interno dell’azienda seguirono altre grandi personalità nell’ambito della scrittura, come lo scrittore, giornalista e poeta italiano Giorgio Soavi (fig. 983) e il poeta e giornalista italiano Giovanni Giudici (fig. 984), quest’ultimo fu chiamato dallo scrittore e operatore culturale italiano Renzo Zorzi (fig. 985) affidandogli il ruolo di responsabile delle relazioni culturali.

980 Walter Ballmer

981 Franco Bassi

982 Egidio Bonfante

983 Giorgio Soavi

984 Giovanni Giudici

985 Renzo Zorzi

0

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

Captcha code *Captcha loading...

Who is online

There are no users currently online

Calendar

November 2018
M T W T F S S
« Oct    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
error: Content is protected !!