(H 62) Henri Cartier Bresson

 Welcome
  • Benvenuto in giuseppepalumbo.org, il sito web dedicato interamente al profilo personale di Giuseppe Palumbo. All'interno del sito web potrai visionare una sezione dedicata al mio portfolio oltre ad una sezione di lavori realizzati nel tempo libero. Inoltre all'interno della piattaforma è presente una sezione blog dedicata ad argomenti legati al mondo della grafica, della fotografia e della tipografia.
author image by Giuseppe | 0 Comments | 1 May 2018

Henri Cartier Bresson (Chanteloup-en-Brie, 22 agosto 1908 – L’Isle sur la Sorgue, 3 agosto 2004, fig. 572) nasce da una famiglia agiata e fin da subito si interessa alla pittura, inzialmente a Parigi e poi presso il Cambridge University, anche se poi abbandonerà questa strada nel 1931, dedicandosi alla fotografia che affronta inzialmente come free lance.
La realtà in cui opera non gli permette di decicarsi interamente a questo, quindi deciderà di viaggiare, prima per la Francia, poi in Italia, Spagna, Messico avendo sempre con se la sua Leica.
I suoi soggetti erano vari, ricchi, poveri, operai, contadini, etc, dove la sua audacia nel cogliere l’attimo si fonde con la forza delle sue forme, spinto dalla curiosità, praticamente fotografa la vita.
Nel 1933 avrà la sua prima mostra in Messico e successivamente in America, si dedicherà al cinema insieme a Paul Strand (fig. 573).
Nel 1945 riprende con l’attività di free lance insieme a Chim (fig. 574) e Robert Capa (fig. 575) dando vita all’agenzia fotografica Magnum, dove l’intento era quello di diventare gestori dei propri negativi semplicememente come controllo sulla riproducibilità infinita dei negativi.

572 Henri Cartier Bresson

573 Paul Strand

574 Chim

575 Robert Capa

Successivamente riprenderà a viaggiare soprattutto in Estremo Oriente e nel ’52 darà vita al suo libro Images a la sauvette, inoltre lavorerà per molte testate giornalistiche.
Nel 1968, data il suo senso di tristezza dettato dalla perdità di diversi amici nel corso del tempo, deciderà lasciare Magnum e ridurrà in modo netto la sua produzione fotografica.
A lui si deve il merito di aver raccontato attraverso le sue immagini, circa un secolo di storia grazie al suo spirito di ottimo osservatore (fig. 576, 577 e 578).

576 L'attimo catturato da Bresson

577 Immagine tratta dal libro Images e la sauvette

578 Immagine fotografata a Bali, Estremo Oriente

0

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

Captcha code *Captcha loading...

Who is online

There are no users currently online

Calendar

November 2018
M T W T F S S
« Oct    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
error: Content is protected !!