Illustrazione e pubblicità

Progettare un’illustrazione prevede la conoscenza della metodologia (fig. 01) per far fronte ad un lavoro professionale e questo richiede:

01

– la definizione del problema, quindi si parte dal brief con il cliente cercando di raccogliere più informazioni possibili sul soggetto, focalizzando gli obiettivi in base alle richieste e fissare le scadenze;

– le informazioni, quindi dopo aver ottenuto informazioni sull’argomento attraverso il brief bisognerà vedere cosa hanno realizzato altri consultando libri, internet, musei o esposizioni, in modo da non ripetere o realizzare rappresentazioni già viste;

– idee alternative, queste possono essere il frutto derivato dalla presa visione del lavoro svolto da altri anche in relazione allo stesso problema, inoltre i professionisti del settore consigliano di mettere mano a questa fase evitando approcci con il PC;

– le valutazioni, qui è importante saper ascoltare i pareri di gente fidata e degli altri in modo da poter riflettere anche meglio sulla scelta tra le varie proposte;

– decidere, qui bisognerà porsi alcune domande fondamentali sulle varianti realizzate, per esempio,

  • è originale?,
  • risponde alle esigenze definite nel brief?,
  • rispetta tempi e costi previsti?,

Quindi la decisione finale deve rispondere anche alla richiesta di fedeltà;

– controllare le richieste definite nel brief, qui dovremo assicurarci di aver rispettato le richieste controllando i formati cartacei e digitali, le dimensioni, i colori, tempi, ecc, di conseguenza grazie al computer potremo eventualmente correggerli o ritoccarli a discapito delle tecniche pittoriche manuali dove tale margine d’azione è molto ristretto;

– infine fare un check sui risultati, ascoltare pareri e critiche è giusto ma saper difendere le proprie scelte è altrettanto importante, e questo può portare anche a ripensamenti da parte del cliente/committente sul parere espresso sulla soluzione finale. Comunque bisogna fare tesoro delle esperienze sia positive che negative perché possono essere fattori di crescita e spingerci a fare sempre meglio a livello progettuale e professionale.

A livello pubblicitario l’illustrazione è riuscita a dipingersi un posto/ruolo importante nel corso del tempo soprattutto a livello editoriale, inoltre questa è stata anche protagonista di veri tira e molla tra forme d’espressione digitale e ritorni nostalgici alla manualità classica di rappresentazione sfruttando varie tecniche pittoriche.

In alcuni casi l’abilità manuale nell’uso del pennello, nella stesura materiale del colore e la composizione della carta hanno permesso di raggiungere risultati veramente impressionanti e tale abilità è stata raggiunta anche nelle realizzazioni digitali.

A tal proposito possiamo citare alcuni esempi come:

– l’illustrazione “gancio” dell’agenzia J. Walter Thompson Vilnius, Lituania (fig. 02), un gancio realizzato mediante l’intensificazione dei punti adoperando una penna su carta ad acquerello;

– oppure esempi di tipografia/calligrafia realizzati dall’agenzia Clemenger BBDO, Australia (fig. 03), qui il carattere viene realizzato sfruttando una struttura 3D che spicca su uno sfondo che ne esalta le forme e gli effetti di luce e ombre;

02

03

– oppure possiamo citare gli esempi artistici dell’agenzia Noah’s Ark, Nigeria (fig. 04, 05 e 06) che raffigurano ritratti di animali realizzati con pennellate pittoriche molto grasse e piene esaltati ulteriormente dai tagli particolari dell’inquadratura;

04

05

06

– o ancora le realizzazioni artistiche per le illustrazioni delle campagne pubblicitarie della Harley Davidson mediante la firma di Marcelo Schultz, Brasile (fig. 07 e 08). Queste mostrano un tocco fresco e tropicale esaltando forme, caratteri, decorazioni e composizioni esaltandole con elaborazioni esasperate che risentono di uno stile tutto barocco.

07

08

Seguimi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit exceeded. Please complete the captcha once again.

Rating*

error: Il contenuto è protetto !