(H 38) La fotografia futurista

 Welcome
  • Benvenuto in giuseppepalumbo.org, il sito web dedicato interamente al profilo personale di Giuseppe Palumbo. Il sito oltre a fornire informazioni personali sul mio profilo, mette in mostra anche il mio portfolio personale, strutturato in diverse sezioni, dalla grafica al web, la grafica 3D e arte, etc, inoltre è disponibile anche una sezione blog dedicata alle diverse sezioni di interesse personale, come la grafica, l'editoria e la fotografia.
author image by Giuseppe | 0 Comments | 7 April 2018

L’elemento che rappresenta in modo lampante il Futurismo in ambito fotografico è sicuramente il fotodinamismo, altrettanto importante è la fotografia che documenta il lavoro artistico dei futuristi senza dimenticare l’importanza dei ritratti che venivano adoperati per scopi propagandistici.
Ecco spiegato il perché gli artisti posavano all’interno di studi, come Sommariva, Nunes, Ottolenghi, etc.
La fotodinamica venne cocepita sulla base della fotografia sovraesposta, gli stessi fratelli Bragaglia dichiararono che il movimento non può essere fotografato perché la lastra non permette a questo tipo di impressione.
La prima soluzione o tentativo per risolvere questo problema fu medainte l’uso di tre lampade che colpivano il soggetto in movimento andando ad isolare la traettoria di questo nello spazio.
Il tema legato alla smaterializzazione dell’oggetto mediante il movimentoe la luce prodotta, divenne un tema già esposto presso il Manbifesto tecnico della pittura Futurista, e che in ambito fotografico trovò la spetata concorrenza tra il critico, saggista e regista italiano Anton Giulio Bragaglia (Frosinone, 11 febbraio 1890 – Roma, 15 luglio 1960, fig. 329) e il pittore e scultore italiano Boccioni (Reggio Calabria, 19 ottobre 1882 – Chievo, 17 agosto 1916, fig. 330).

329 Anton Giulio Bragaglia

330 Umberto Boccioni

La rivoluzione estetica della fotografia futurista avvenne mediante una coscienza pratica e teroica molto fort, infatti anzichè elimanre la pittura, la resa più forte, visto che questa divenne la negazione della fotografia.
La fotografia futurista ebbe diversi esponenti oltre a Bragaglia, infatti ricordiamo il pittore, scultore e designer italiano Fortunato Depero (Fondo, 30 marzo 1892 – Rovereto, 29 novembre 1960, fig. 331), il pittore e fotografo Mario Castagneri (Alessandria 1892 – Milano 1940, fig. 332), la fotografa italiana Wanda Wulz (Trieste, 25 luglio 1903 – Trieste, 16 aprile 1984, fig. 333), il pittore, scenografo e scultore italiano Enrico Prampolini (Modena, 20 aprile 1894 – Roma, 17 giugno 1956, fig. 334), etc.

331 Fortunato Depero

332 Mario Castagneri

333 Wanda Wulz

334 Enrico Prampolini

0

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

Captcha code *Captcha loading...

Who is online

There are no users currently online

Calendar

November 2018
M T W T F S S
« Oct    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
error: Content is protected !!