(A 90) La lezione californiana

 Welcome
  • Benvenuto in giuseppepalumbo.org, il sito web dedicato interamente al profilo personale di Giuseppe Palumbo. All'interno del sito web potrai visionare una sezione dedicata al mio portfolio oltre ad una sezione di lavori realizzati nel tempo libero. Inoltre all'interno della piattaforma è presente una sezione blog dedicata ad argomenti legati al mondo della grafica, della fotografia e della tipografia.
author image by Giuseppe | 0 Comments | 5 June 2018

Dopo la seconda guerra mondiale, in California si registrò un grande sviluppo culturale ed economico che permise l’affermazione di un carattere particolare e fuori dalla norma.
Questo fu un centro di numerose sperimentazioni e innovazioni grafiche orientandosi verso una comunicazione aperta e diretta, dove le energie dello Streamlining, cioé la razionalità, presenti nel territorio americano, la Pop Art, e il senso spettacolare della resa visiva tipico del tocco Hollywoodiano, furono ingredienti fondamentali per i nuovi esiti.
Comunque anche le lezioni della scuola d’oltreoceano, come quella svizzera, quella tedesca bauhausiana, quella nipponica e italiana, hanno fornito modelli di riferimento e influenzato il loro operato stilistico.
Le froti geometrie controllano gli spazi grafici, caratterizzati dalla vivacità coloristica legate all’esuberanza della rappresentazione figurativa, inoltre favorevole fu anche l’ingrediente popolare e il richiamo alle icone tradizionali presenti soprattutto nel packaging e nell’aspetto di consumo, senza dimenticare le personalità dei diversi studi presenti in quel periodo storico.
Tom Bonaura Design, sfruttò le possibilità offerte dalla tecnologia contemporanea dando vita a figurazioni come la pubblicità della Levi’s di forte equilibrio visivo, oppure Profile Design con i suoi messaggi diretti, dove il messaggio è la forma stessa della comunicazione, dove l’immediatezza sembra avvicinarsi molto all’oggettualità Pop Art e infine lo studio Michael Schwab (fig. 1300, fig. 1301, 1302 e 1303) che propone immagine icastiche, cioè dal forte timbro rappresentativo, marcate, contornate quasi dal timbro fumettistico lo legano all’aspetto visivo americano degli anni Quaranta.
Anche i loghi o marchi aziendali liberano una forte vena comunicativa tramite figurazioni forti , sintesi del segno e il massimo dell’espressione comunicativa, come quelle di Blackdog oppure Everson Design Group, etc.

1300 Michael Schwab

1301 Immagine di Schwab

1302 Immagine di Schwab

1303 Immagine di Schwab

0

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

Captcha code *Captcha loading...

Recent Articles

Who is online

There are no users currently online

Calendar

November 2018
M T W T F S S
« Oct    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
error: Content is protected !!