(HI 114) L’era del digitale

 Welcome
  • Benvenuto in giuseppepalumbo.org, il sito web dedicato interamente al profilo personale di Giuseppe Palumbo. All'interno del sito web potrai visionare una sezione dedicata al mio portfolio oltre ad una sezione di lavori realizzati nel tempo libero. Inoltre all'interno della piattaforma è presente una sezione blog dedicata ad argomenti legati al mondo della grafica, della fotografia e della tipografia.
author image by Giuseppe | 0 Comments | 12 May 2018

In passato avevamo già assistito all’attegiamento ostile e negativo nei confronti della fotografia quando nacque, infatti questa vene vista come una minaccia perché timorosi di essere sopraffatti da questo nuovo mezzo.
La situazione si è ripetuta anche in questi ultimi anni, e l’oggetto di tale discussione fu proprio l’avvento del digitale che vide l’opposizione dell’analogico.
Il digitale sembra essere un mondo a parte che secondo molti non ha nulla a che vedere con l’analogico e il termine fotografia, infatti molte operazioni che prima venivano svolte dal fotografo ora perdono la loro importanza.
Infatti attraverso questo è possibile compiere determinate operazioni in modo più economico ripsetto all’analogico, anche se non la sostituisce, come per esempio il ritocco, che in passato era definito impossibile, quindi il digitale grazie anche all’ausilio di software come Photoshop (fig. 1542), Camera Raw (fig. 1543) o Lightroom (fig. 1544), ha permesso l’attuazione di questi cambiamenti, quindi la fotografia deve ormai arrendersi a determinati cambi di rotta, dove ormai l’immagine era intesa in termini di Pixel.

1542 Photoshop

1543 Camera Raw

1544 Lightroom

Lo stesso scrittore, giornalista francese Regis Debray (fig. 1545) affermò che ormai il digitale fu una vera rivoluzione dello sguardo, e che le macchine ormai non servivano più al solo atto rappresentativo dell’immagine, ma ora era anche possibile crearla.
Lo stesso Claudio Marra (fig. 1546) affermò nel suo Come in una fotografia, La falsa rivoluzione digitale, dove la questione viene presentata come una falsa rivoluzione, infatti l’artigiano fotografo si ritrova ad affrontare una crisi, come successe in passato per l’arte di fronte all’innovazione del mezzo fotografico, dove lo stesso fotografo si vede costretto ad adeguarsi ai nuovi mezzi e metodi per non rimanere tagliato fuori.
Comunque il futuro si legherà sulla base di questi presupposti e darà il via libera ad una serie di sperimentazioni in senso digitale.

1545 Regis Debray

1546 Claudio Marra

0

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

Captcha code *Captcha loading...

Who is online

There are no users currently online

Calendar

November 2018
M T W T F S S
« Oct    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
error: Content is protected !!