(L 28) LINEE GUIDA, SGUARDO DIRETTO, SFONDO E CORNICI

 Welcome
  • Benvenuto in giuseppepalumbo.org, il sito web dedicato interamente al profilo personale di Giuseppe Palumbo. Il sito oltre a fornire informazioni personali sul mio profilo, mette in mostra anche il mio portfolio personale, strutturato in diverse sezioni, dalla grafica al web, la grafica 3D e arte, etc, inoltre è disponibile anche una sezione blog dedicata alle diverse sezioni di interesse personale, come la grafica, l'editoria e la fotografia.
author image by Giuseppe | 0 Comments | 6 November 2018

Le linee guida sono elementi che guidano lo sguardo di chi osserva verso il soggetto, queste rendono più interessante la scena e aumentando l’apertura del diaframma possiamo conferire un maggior senso di profondità sfocando gli elementi.
Le linee guida possono essere costituite da elementi naturali come una fila di alberi (fig. 116), oppure da elementi artificiali come persone, strutture architettoniche, etc.
Anche la posizione del soggetto ritratto su un pieno formato può avere delle linee guida, per esempio mediante la disposizione degli arti che indicano verso qualcosa di preciso, etc.
Inoltre se il soggetto rivolge il proprio sguardo verso l’obiettivo, allora questo ci darà la sensazione di un contatto diretto attraverso gli occhi (fig. 117).

116 Le linee guida

117 Sguardo diretto

Comunque se realizzeremo una serie di immagini dalla medesima tipologia potremo risultare noiosi o ripetitivi, quindi possiamo anche optare per altre soluzioni, per esempio se il soggetto guarda in una direzione precisa all’infuori del nostro obiettivo verso qualcosa che è posto fuori dalla scena, catturando un momento di riservatezza pittosto che un tipico momento di posa (fig. 118).
Tale situazione può dettare le basi per una narrazione meglio di chiunque altra posa, perchè attirerà l’attenzione dell’osservatore che si porrà diverse domande, tra cui, cosa starà osservando?
Inoltre se lo sguardo del soggetto sarà rivolto verso il basso allora ci verrà comunicata una sensazione di timidezza, e ricordiamoci sempre che lo sguardo dell’osservatore è sempre attratto dallo sguardo del soggetto.
Comunque se desideriamo realizzare una scena armoniosa allora sarebbe meglio lasciare dello spazio abbondante sul lato dove sarà rivolto lo sguardo del soggetto, questo permetterà a chi osserva la scena di trattenere lo sguardo all’interno dell’immagine.
Importante è anche la trama che viene proposta sullo sfondo, quelle dai bordi orizzontali si adattano meglio a scene orizzontali, mentre quelle dal taglio alto e lungo sono più adatte per immagini verticali.
Mentre se decidiamo di catturare scene dal taglio diagonale inclinando la fotocamera, avremo maggiore energia e dinamicità, però stiamo attenti a non esagerare.
Un’altra soluzione interessante può essere quella di adoperare elementi come cornice della nostra scena, come porte, finestre, rami, aperture all’interno di strutture architettoniche, etc (fig. 119).

118 Soggetto con lo sguardo rivolto verso qualcosa

119 Esempio di cornice in una scena

Importante sarà anche il tipo di scena che vogliamo realizzare, se per esempio decidiamo di rappresentare un soggetto davanti ad uno sfondo semplice, non avremo un indice di interesse alto, ma se realizziamo un soggetto all’interno di una cornice antica ad arco allora avremo diversi fattori dalla nostra parte, come, l’interesse, una maggiore importanza per il contesto e un maggior senso di profondità, soprattutto se il soggetto sarà più vicino o lontano dalla cornice.
Inoltre se desideriamo aumentare il senso di lontanaza, basterà lavorare con aperture di diaframma più ampie in modo da ottenere uno sfocato più accentuato, di conseguenza il senso di lontananza e profondità risulterà più elevato.

0

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

Captcha code *Captcha loading...

Who is online

There are no users currently online

Calendar

November 2018
M T W T F S S
« Oct    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
error: Content is protected !!