Ludwig Hohlwein e Lucian Bernhard

In Germania il manifesto si concentrò molto sull’importanza e l’evidenza dei contenuti durante gli anni prima della guerra mondiale, e tra i più conosciuti degli artisti di quest’arte e per la produzione pubblicitaria va ricordato Ludwig Hohlwein (Wiesbaden, 27 luglio 1874 – Berchtesgaden, 15 settembre 1949, fig. 01), che vanta una produzione molto ampia.
All’epoca il suo nome era già sinonimo di garanzia e la sua arte si spinge oltre il semplice senso utilitaristico dell’opera, inoltre le figure umane sono ben presenti sempre al centro delle sue rappresentazioni (fig. 02 e fig. 03), sportivo, cacciatore, viaggiatore, uomo ben vestito, etc, che padroneggia sul resto dell’immagine come, cavalli, carrozze e così via.
La sua è un’arte caratteristica e singolare ed esprime i valori più alti della vita, una società borghese, raffigurata in modo elegante e dal gusto haute couture, cioé legata ad una moda dal gusto esclusivo.
Importante sarà anche l’opera di Lucian Bernhard (Bad Cannstatt, 15 marzo 1883 – New York, 29 maggio 1972, fig. 04) che pone l’oggetto al centro delle sue composizioni rappresentato in modo elegante (fig. 05), ed il testa nella maggior parte dei casi si riduce al semplice nome dell’azienda.
Lui mostra all’osservatore solo gli elementi essenziali mostrando una particolare attenzione verso i caratteri, molto pieni, nitidi e caratterizzati da una semplice lettura, a tal punto da inventare lui stesso alcuni alfabeti (fig. 06) dall’aspetto molto distintivo e caratteristico.

01

02

03

04

05

06

image_pdfimage_print
Seguimi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit exceeded. Please complete the captcha once again.

Rating*