(H 28) Raoul Hausmann

 Welcome
  • Benvenuto in giuseppepalumbo.org, il sito web dedicato interamente al profilo personale di Giuseppe Palumbo. All'interno del sito web potrai visionare una sezione dedicata al mio portfolio oltre ad una sezione di lavori realizzati nel tempo libero. Inoltre all'interno della piattaforma è presente una sezione blog dedicata ad argomenti legati al mondo della grafica, della fotografia e della tipografia.
author image by Giuseppe | 0 Comments | 7 April 2018

Raoul Hausmann (Vienna, 12 luglio 1886 – Limoges, 1º febbraio 1971, fig. 257) è stato un artista tedesco che verso la fine degli anni venti del Novecento si dedica interamente alla fotografia.
Lui inzialmente affronta una formazione scolastica dedita alla pittura e alla scultura a Berlino venendo a contatto con il pittore e regista tedesco Hans Richter (Berlino, 6 aprile 1888 – Locarno, 1º febbraio 1976, fig. 258) e l’artista tedesca appartenente al dadaismo Hannah Hoch (Gotha, 1º novembre 1889 – Berlino Ovest, 31 maggio 1978, fig. 259), che eserciteranno una grande influenza sul suo lavoro.
Lui si cimenterà in più settori, come la letteratura, inoltre si legherà anche al dadaismo dedicandosi anche alla politica contemporanea affiancando ideali comunisti.
Realizzerà diversi fotomontaggi con cui riuscirà a realizzare incredibili elaborazioni comunicative e psicologiche, a volte anche di influenza froidiane.
Tra le sue immagini ricordiamo quelle di intreccio meccanico e plastico dove sono visibili richiami al costruttivismo e ai principi della Bauhaus.
Mostrerà anche dei legami con la Gestalt, corrente psicologica incentrata sui temi della percezione e dell’esperienza che nacque e si sviluppò agli inizi del XX secolo in Germania.
Il suo è un tentativo di mostrare la realtà mediante un legame percettivo, infatti lo stesso pittore tedesco Joseph Albers (Bottrop, 19 marzo 1888 – New Haven, 26 marzo 1976, fig. 260) affermerà che nella fotografia di Hausmann non esiste nessun intento narrativo, praticamente il suo è stato sempre un cercare l’essenza delle cose, al di là del soggetto o del tipo di fotografia, e questo lo si può ottenere, secondo lui, solo attraverso regole di natura fisica e percettiva (fig. 261, 262,263 e fig. 264).

257 Raoul Hausmann

258 Hans Richter

259 Hannah Hoch

260 Joseph Albers

261 Gioco meccanico, 1919

262 The Art Critic, 1919-20

263 Fotomontaggio, Tatlin at Home, 1920

264 Senza titolo, 1930-31

0

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

Captcha code *Captcha loading...

Who is online

There are no users currently online

Calendar

November 2018
M T W T F S S
« Oct    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
error: Content is protected !!