(L 22) RITRATTI IN LUOGHI NATURALI E URBANI

 Welcome
  • Benvenuto in giuseppepalumbo.org, il sito web dedicato interamente al profilo personale di Giuseppe Palumbo. All'interno del sito web potrai visionare una sezione dedicata al mio portfolio oltre ad una sezione di lavori realizzati nel tempo libero. Inoltre all'interno della piattaforma è presente una sezione blog dedicata ad argomenti legati al mondo della grafica, della fotografia e della tipografia.
author image by Giuseppe | 0 Comments | 6 November 2018

Quando parliamo di ritratti ambientali facciamo riferimento a soggetti fotografati in ambienti aperti come, foreste, spaiggie, parchi, etc (fig. 91).
Se parliamo di ambienti naturali, questi risulteranno meno affollati rispetto a quelli urbani, soprattutto saranno anche più sicuri se i soggetti sono bambini.
Inoltre gli spazi aperti rispetto a giardini privati o spazi più circoscritti risulteranno meno luminosi e anche più noiosi soprattutto se parliamo di bambini, quindi è più indicato scegliere una location ambientale più spaziosa, così mentre i soggetti giocano o passeggiano, noi possiamo tranquillamente scattare.
Ancora più indicati possono essere i sentieri per far passeggiare i soggetti, per esempio un nucleo famigliare (fig. 92), oppure possiamo cercare eventuali tunnel formati da elementi naturali come gli alberi in modo che forniscano ombra, etc.
Mentre scattiamo possiamo anche sdraiarci a terra per minimizzare lo sfondo alle spalle del soggetto, oppure posizionarci dietro un ciglio per inserire nella scena un elemento in primo piano, etc.

91 Ritratto all'aperto

92 Ritratto di famiglia in un sentiero boschivo

Mentre scattiamo possiamo anche sdraiarci a terra per minimizzare lo sfondo alle spalle del soggetto, oppure posizionarci dietro un ciglio per inserire nella scena un elemento in primo piano, etc.
Se scattiamo su spaiggia o neve la situazione cambia, perchè essendo completamente aperta come scena avremo una luce riflessa da più direzioni, queste possono essere utili per evitareombre sui volti, ma essendo troppo intensa può essere fastidiosa, quindi non va escluso l’eventuale uso di un diffusore.
Su spiaggia avendo a disposizione una distesa infinita lo scenario può essere noioso, quindi in alternativa possiamo cercare dune, oppure cabine, etc, per rendere più interessanto lo sfondo sfocato alle spalle del nostro soggetto (fig. 93).
Lavorando all’aperto possiamo sfruttare anche il cielo, infatti se stiamo attenti alle tempistiche e relativi cambi o passaggi di nuvole possiamo scattare nel momento del loro passaggio dando vita a scatti molto interessanti.
Un’altra cosa riguarda la cura verso l’attrezzatura, infatti evitiamo di cambiare l’obiettivo quando siamo fuori, in modo da evitare l’ingresso di granuli o polvere, etc, inoltre se siamo fuori in periodi invernali, aspettiamo circa una ventina di minuti prima di tirar fuori la fotocamera dalla borsa, questo per far abituare o equilibrare la temperatura tra dentro e fuori evitando di creare condense sulla lente.
I luoghi urbani sono diversi, infatti questi possono offrire foto molto più forti (fig. 94).

93 Ritratto su spiaggia

94 Ritratto in ambiente urbano

Questo tipo di ambientazioni potrebbero essere molto affollate, ma se lavoriamo durante il weekend, la città sarà a nostra completa disposizione, inoltre anche la scelta del tempo sarà incisiva sulla resa del nostro scatto, infatti se la giornata sarà luminosa allora avremo luci e ombre dall’alto molto piacevoli, anche se sporgenze e strutture potrebbero fare da schermo per l’ora dorata.
Un consiglio è quello di esaminare la struttura architettonica col fine di scoprire nuove relazioni o scorci, o anche particolari che possono rendere interessante il ritratto, per esempio scalini su cui farn sedere il soggetto, una parete, oppure un arco, etc, inoltre evitiamo di riempire troppo lo sfondo ed evitiamo eventuali cartelli stardali, alberi, segnaletiche che possono apparire sopra la testa del nostro soggetto.
Se desideriamo sfondi più puliti allora ponti e muri sono l’ideale, per esempio un muro su cui poggia il nostro soggetto a 45 gradi facendo intravedere una parte del cielo, oppure un soggetto appoggiato lungo la ringhiera del ponte con i riflessi dell’acqua che amplificano la luce possono essere delle ottime soluzioni o scelte tecniche.
Anche col calare del sole possiamo ottenere scatti interessanti, per esempio possiamo sfruttare le insegne luminose e l’illuminazione artificiale urbana che faranno da cornice al nostro soggetto, oppure possiamo anche giocare con il contrasto di luce generato dalle luci artificiale poste all’ingresso di un edificio con le luci scure e azzurre del cielo all’esterno.

0

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

Captcha code *Captcha loading...

Who is online

There are no users currently online

Calendar

November 2018
M T W T F S S
« Oct    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
error: Content is protected !!