(H 61) Robert Capa

 Welcome
  • Benvenuto in giuseppepalumbo.org, il sito web dedicato interamente al profilo personale di Giuseppe Palumbo. All'interno del sito web potrai visionare una sezione dedicata al mio portfolio oltre ad una sezione di lavori realizzati nel tempo libero. Inoltre all'interno della piattaforma è presente una sezione blog dedicata ad argomenti legati al mondo della grafica, della fotografia e della tipografia.
author image by Giuseppe | 0 Comments | 1 May 2018

Il fotografo ungherese Robert Capa (Budapest, 22 ottobre 1913 Thai Binh, 25 maggio 1954, fig. 564) ha trascorso la maggior parte della sua carriera fotografica sui campi di battaglia.
Lui venne costretto successivamente ad abbandonare l’Ungheria dopo aver scontato una pena in carcere sotto l’accusa di di militare lungo le file del partito comunista, quindi si trasferì a Berlino inziando a lavorare presso l’agenzia fotografica Dephot diretta da Guttman (fig. 565).
Il suo primo incarico fu a Copenaghen dove fotografò il rivoluzionario ed esiliato russo Lev Trotzkij (fig. 566) e nel 1933 dopo la nomina di Hitler cancelliere, essendo ebreo, sarà costretto alla fuga trasferendosi a Parigi.
Qui lavorerà per alcune riviste francesi, tra cui Vu, realizzando fotografie del fronte popolare e relativi scioperi, inoltre conoscerà Chim e Bresson fondatori di Magnum.
Nel 1935 riceverà l’incarico per conto di Dephot di recarsi in Spagna anche se non riuscirà a vendere le sue fotografie.
Ecco quindi la sua svolta, deciderà di cambiare il suo nome in Robert Capa, che significa guadagnare il doppio e nel 1936 realizzerà un grande reportage sempre sulla Spagna che verranno pubblicati su Vu e Life, documentando il fronte repubblicano contro l’esercito del genrale franco, infatti proprio in questa occasione, Andalusia, scatterà la sua prima foto famosa, Il miliziano colpito a morte (fig. 567).
Nel 1937 dopo la perdita della compagna Gerda Taro si trasferirà a New York ottenendo un contratto con Life.
Tramite la rivista inzierà a documentare nel 1938 la rivolta cinese contro l’invasione giapponese, poi il conflitto mondiale in Europa, Inghilterra, Italia, Francia, Italia, Nordafrica e lo sbarco delle truppe americane in Normandia a Omaha Beach (fig. 568), anche se di questa serie di foto ne risulteranno solo otto, perché lo sviluppatore emozionato per ciò che aveva tra le mani, non si accorge dell’emulsione per il calore in eccesso durante l’asciugatura che determineranno lo scioglimento di questi.
Il segreto della sua fotografia risiedeva nel fatto di riuscire a cogliere le emozioni sul volto dell’individuo accostandosi a loro con dedizione e passione mostrando interesse per le persone, gioia, amore, morte, bambini, adulti, desolazione, etc.

564 Robert Capa

565 Simon Guttmann

566 Lev Trotzkij

567 Battaglia de Sierra

568 Omaha Beach

Nel 1947 insieme a Bresson e Chim fonderà l’agenzia Magnum e si dedicherà a scatti fotografici sulla vita agiata francese del tempo, night, la corsa dei cavalli, etc.
Dopo la fine del suo rapporto con Ingrid Bergman, conoscerà lo scrittore statunitense John Steinbeck (fig. 569) con cui partirà all’insegna dell’Unione Sovietica documentando la guerra fredda.
Nel 1948 andrà in Israele documentando i luoghi ebrei all’interno dei villaggi arabi durante i continui colpi dei bombardamenti aerei (fig. 570).
Nel 1953 il governo americano gli ritira il passaporto, quindi rimarrà bloccato in Francia fino al 1954, perché accusato di accordi con il comunismo, poi si recherà in Giappone e successivamente accetterà di spostarsi in Indocina (fig. 571) spinto da bisogni economici.
Giunto ad Hanoi seguirà l’esercito francese verso il Nord del Vietnam, giungendo però al suo ultimo respiro, infatti morirà sopra una mina antiuomo, ricevendo successivamente in suo onore una delle più alte onoreficenze militari, cioé la Croce di Guerra.

569 John Steinbeck

570 Israele, 1948

571 Indocina

0

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

Captcha code *Captcha loading...

Who is online

There are no users currently online

Calendar

November 2018
M T W T F S S
« Oct    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
error: Content is protected !!