(I 13) TEMPERATURA COLORE E BILANCIAMENTO DEL BIANCO

 Welcome
  • Benvenuto in giuseppepalumbo.org, il sito web dedicato interamente al profilo personale di Giuseppe Palumbo. All'interno del sito web potrai visionare una sezione dedicata al mio portfolio oltre ad una sezione di lavori realizzati nel tempo libero. Inoltre all'interno della piattaforma è presente una sezione blog dedicata ad argomenti legati al mondo della grafica, della fotografia e della tipografia.
author image by Giuseppe | 0 Comments | 4 October 2018

Quando una luce possiede tutte le lunghezze d’onda uguali o ben distribuite all’interno dello spettro, allora questa può essere definita neutra, ma se vi è una prevalenza sulla lunghezza d’onda, allora avremo un cambiamento di colore, se questa tende verso i blu avremo un colore freddo, viceversa se tende verso i rossi allora sarà caldo.
Se prendiamo in considerazione una normale fiamma, per esempio come quella di una candela che in natura è la più calda, avrà un colore molto tenue che si aggirerà intorno ai 1800K, mentre una luce neutra avrà una temperatura colore pari a 5200K, come la luce di mezzoggiorno o di un flash.
Mentre per temperature colore più fredde abbiamo quella di una giornata nuvolosa, oppure quella ambientale delle ombre più profonde che raggiunge un valore pari a 7000K, comunque a seguire vi è una tabella con i rispettivi valori (fig. 76).
Ricordiamoci che queste regolazioni hanno una forte influenza sulla scena o immagine che realizzeremo, inoltre il bilanciamento del bianco può essere utilizzato per dar vita ad immagini molto creative, inoltre questo fattore, AWB, può essere utilizzato impostandolo in modalità auto sulla nostra fotocamera, oppure possiamo utilizzarlo personalizzando il valore Kelvin del bianco, quindi se un’immagine è prevalentemente fredda, possiamo bilanciarla aumentando i valori del rosso. Quindi quando operiamo in modalità auto, questa non farà altro che correggere le dominanti di colore, anche se non è un metodo infallibile, inoltre se operiamo in Raw questo può essere recuperato o sistemato in postproduzione (PP), mentre se operiamo in Jpeg allora dovremo impostare tutto direttamente sulla fotocamera al momento dello scatto, perchè molti dettagli andranno persi.

76 Tabella relativa al bilanciamento del colore

Comunque il metodo migliore consiste nell’impostare un bianco personalizzato e l’idea giusta è quella di fotografare una superficie grigia neutra, di conseguenza la sua temperatura sarà adoperata come metodo personalizzato. I soggetti che riescono a trarre maggior vantaggio da questo tipo di impostazione sono le giornate coperte da nuvole e la luce che filtra in una foresta.
Comunque la fotocamera è munita di un sistema per il controllo della temperatura colore, ricordandoci che la temperatura neutra è di 5200K paragonabile alla luce del sole di mezzogiorno.
A seguire i diversi valori elencati:
– 2000K è il valore più basso presente in una fotocamera, permette di ottenere immagini con prevalenza di blu se la fonte luminosa non tende sui rossi e arancioni,
– Tungsten o incandescenza, adoperata per correggere le tinte arancio di lampade incandescenti, dando vita a immagini con tonalità blu meno forti,
– Fluorescenza, bilanciamento adoperato per correggere la tendenza al verde, quindi interviene sulla correzzione minore di rossi e aranci e maggiormente sul magenta,
– Flash, questa è una fonte neutra come l’impostazione luce solare,
– Cielo coperto, riguarda la luce naturale che penetra attraverso le nuvole e risulta essere fredda rispetto ad una giornata perfettamente soleggiata, quindi possiamo intervenire aggiungendo un po di rosso e arancio,
– Ombra, è abbastanza fredda se generata da una luce ambientale molto aperta, quindi bisognerà aggiungere tinte più calde, ma se è adoperata sotto una luce molto intensa produrrà immagini troppo cariche,
– Luce solare corrisponde a quella del mezzogiorno e se impostata di default, risulterà essere un ottimo punto di inizio per la successiva elaborazione in PP,
– 10000K è il valore più alto presente nella nostra fotocamera, e il suo uso è adatto per correggere forti fonti di luce blu, come la luce naturale prima dell’alba, oppure quella dopo il tramonto,
– Infine abbiamo la personalizzata, qui noi avremo il pieno controllo sul bianco scegliendo la giusta regolazione per la relativa condizione di luce che avremo davanti a noi (fig. 77, fig. 78).

77 Valori relativi al bilanciamento del bianco

78 Icone relative ai valori del bianco

0

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

Captcha code *Captcha loading...

Who is online

There are no users currently online

Calendar

November 2018
M T W T F S S
« Oct    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
error: Content is protected !!